5 check da fare prima di cominciare a fotografare

“Regrets and mistakes, they’re memories made”. Così cantava Adele in quella canzone che ci faceva tanto piangere nel 2011 (ma anche adesso, diciamocelo). E apprezziamo la poeticità, miss Adkins, davvero, ma spesso dei rimpianti e degli errori faremmo volentieri a meno.

Quante volte hai scattato una foto altrimenti perfetta, se solo non fosse stato per quel piccolo particolare…? A me è successo fin troppe volte di maledirmi per non aver tolto un oggetto sullo sfondo o per non essermi accorta di avere un ciuffo fuori posto. Per questo ho attinto dalla mia esperienza per avvertirti di cinque cose di cui potresti non accorgerti al momento dello scatto e pentirti più tardi.

1 ) Cura le mani

Ci piacciono tantissimo le foto delle nostre mani all’opera, un evergreen per un sacco di categorie: artigiane, estetiste, illustratrici, o anche semplicemente chi scrive tanto al pc. Quando ci prepariamo per uno shooting prestiamo attenzione al make up e all’acconciatura, ma a volte ci dimentichiamo di controllare come sono messe le nostre unghie. Non devi per forza farti il semi permanente brillantinato, soprattutto se non è nel tuo stile; a volte bastano una passata di lima e un po’ di crema idratante per assicurarci di avere mani fotogeniche.

2 ) Togli il superfluo

Per rimanere in tema mani, chi porta i capelli lunghi ha spesso l’abitudine di tenere un elastico al polso. È uno di quegli accorgimenti che ci rendono la vita più comoda, così come infilare il telefono in tasca o, negli ultimi due anni, avere mascherine attaccate ovunque. Tutte queste appendici, che ci fanno così comodo nella vita quotidiana, sono in cima alla classifica delle cose che ci pentiamo di non avere tolto prima di scattare.

3 ) Pulisci gli schermi

Computer e telefono sono i fedeli compagni di tante di noi e, come tali, si sono guadagnati il loro diritto di essere sempre un po’ sporchi. Fanno una vita difficile, non possiamo dargli torto. Prima di immortalarli, assicurati di dargli una passata con un panno per togliere ditate e polvere che trasformerebbero le tue foto da very professional a “si vede che mangi le patatine mentre scrivi” in un nanosecondo (non che ci sia qualcosa di male a mangiare le patatine mentre si lavora, sia chiaro…)

4 ) Attenzione allo sfondo

La fotografia è anche l’arte del ritaglio, della scelta di cosa mettere dentro all’inquadratura e cosa lasciare fuori. Dettaglio super cute: dentro, mocio vileda e piatti sporchi: fuori. Il problema è che basta distrarsi un attimo, cambiare leggermente la posizione della macchina fotografica, per ritrovarsi all’interno della foto ciò che doveva rimanere escluso. Fai sempre mooolta attenzione a quello che si trova alle spalle del soggetto e tieni l’ambiente in cui stai fotografando il più ordinato possibile.

5 ) Spegni le luci

Se stai scattando con la luce naturale, spegni le luci artificiali. La lampada sulla scrivania, che ti sembra faccia atmosfera, rischia di fare soltanto confusione… ma del perché parleremo più approfonditamente un’altra volta.

Avrai ormai capito che anche in fotografia vale la regola secondo cui è meglio prevenire che curare - o, in questo caso, photoshoppare. Fai un check in più prima di cominciare a scattare e poi pensa solo a creare e a divertirti.

E a cantare le canzoni di Adele a squarciagola.

Dai un'occhiata anche a: Come richiamare i colori della tua palette nelle foto di branding